Maschera d’oro

Dal 1996, l’Associazione Culturale Maschera D’Oro Eventi – in collaborazione con la Coop. Teatro91 – si è fatta promotrice ed organizzatrice del Carnevale Romano.

Maschere a Roma è un evento che nel corso degli anni ha riscosso e incontrato successi e plausi di pubblico e media.

Il Carnevale Romano, così come ce lo raccontano Goethe, Stendhal e Montagne, aveva un suo carattere particolare diverso da quello di Venezia, di Firenze, di Napoli. L’evento cruciale era la corsa dei barberi: “…Il selciato dà scintille, le criniere volano, le lamine dorate tintinnano… La corsa lasciava un’impressione violenta, istantanea, fulminea…” (Goethe, Viaggio in Italia); altro aspetto fondamentale era l’ideazione dei carri da parte di artisti famosi come il Bernini, Piranesi, Jean Barbault etc. Maschera D’Oro Eventi ha rispettato e riproposto nel corso degli anni le caratteristiche proprie del Carnevale Romano, così come anticamente concepito.

A fare la differenza è sempre stata la cura dei dettagli e il significativo contributo apportato dall’arte e estro di pittori di indiscussa fama, come Titina Maselli, Dario Fo, Mario Schifano, Emanuele Luzzati, Giosetta Fioroni, Orsina Sforza, che nelle varie edizioni hanno creato e firmato i manifesti dei Carnevali.

L’evento ha vantato inoltre celebri collaborazioni con le Istituzioni, quali Teatro dell’Opera,  Eti, Carnevale di Venezia.

Per citare solo alcuni degli artisti che hanno partecipato e contribuito a rendere indimenticabile l’evento: Franca Valeri, il gruppo di danzatori “Environmental Choreograhpy” di Linda Foster, “Il latte e i suoi derivati”, Regina Profeta e le ballerine di Rio, l’orchestra di afro-percussioni di Ruggero Artale e Batida Diferent, l’orchestra La Philarmonia di Roma di Cristiano Serino, il gruppo ungaro-rumeno Rajiko Orkestra, la band di musicisti del Senegal Saf Le Ngewel, il Dragan Trio, la compagnia spagnola dei Comediants, e gli ATMO, storico e affermatissimo gruppo di Teatro di strada.

Anche le location, quali P.zza Esedra, Palazzo delle Esposizioni, P.zza del Popolo, Via dei Fori Imperiali, P.zza Navona, P.zza Vittorio, via Nazionale, via Margutta, sono state di grande impatto.